Reggio Calabria
 

Tentato omicidio Ieranò, Cassazione conferma condanne

tribunale15aprLa Corte di Cassazione ha confermato in via definitiva le condanne di Giuseppe Patania, 38 anni, di Stefanaconi (Vibo Valentia) e Salvatore Callea, 51 anni, originario di Oppido Mamertina (Reggio Calabria) ritenuti responsabili del tentato omicidio di Rocco Ierano', avvenuto il 25 luglio del 2012 nell'ambito di uno scambio di killer e favori fra i clan del Vibonese e del Reggino. Dieci anni di reclusione a testa la condanna per Giuseppe Patania e Salvatore Callea, accusati di aver reclutato dei killer macedoni residenti in provincia di Viterbo per compiere l'agguato su mandato dei Fossari di Melicucco, alleati dei Patania di Stefanaconi. Lo sostengono i colleghi dell'Agi in una nota.

Ventimila euro il compenso pattuito con i killer, poi passati fra i collaboratori di giustizia. Il fatto di sangue sarebbe stato programmato per vendicare la morte di Francesco Fossari, ucciso a Melicucco il 2 agosto 2011 da Rocco Ierano', poi divenuto pure lui collaboratore di giustizia.