Reggio Calabria
 

Al "Righi" di Reggio Calabria "Alla scoperta del sistema solare"

Sono stati brillanti gli studenti delle classi prime dell'Istituto d'Istruzione Superiore "A. Righi" di Reggio Calabria durante la conferenza dal titolo "Alla scoperta del sistema solare" che gli stessi hanno tenuto ieri a scuola.
Un evento realizzato proprio durante la settimana dell'astronomia che va dal 16 al 21 aprile e che ha visto al "Righi" più di cento studenti relazionare oltre a tantissimi genitori intenti ad ascoltare con emozione le lezioni tenuta dai propri figli che, con tanto di microfono, hanno stupito tutti.
Seduti al tavolo dei relatori, a gruppi, i ragazzi hanno saputo magistralmente intrattenere il pubblico mentre presentavano i singoli lavori. Per l'occasione, infatti, hanno costruito i diversi pianeti in modo originale per poi studiarli nel dettaglio al fine di evidenziare, con i loro interventi, le caratteristiche più rare.
Tra un applauso e l'altro, mentre l'emozione saliva, gli studenti, loro sono stati capaci di presentare il modello innovativo di una scuola che punta tutto sui giovani dando loro il giusto spazio e le giuste responsabilità tanto da renderli autonomi e veri conferenzieri.
Il Dirigente Scolastico, Francesco Praticò, nel salutare gli studenti, si è congratulato con loro perché sono stati capaci di essere protagonisti della ricerca scientifica portando, attraverso il loro contributo, motivi di stimolo e di crescita culturale per l'intero Istituto.
"Apprezzo vivamente il lavoro del Professore Malacrinò, che ha coordinato le diverse attività anche per l'approccio metodologico che ha saputo dare all'intero percorso". Mentre rivolgendosi alle famiglie ha aggiunto che "queste come tante altre attività realizzate all'interno dell'Istituto mirano alla crescita del bagaglio culturale degli alunni e alle sinergie con il territorio".
La Dirigente Coordinatrice dell'Ufficio Scolastico Provinciale, Pasqualina Maria Zaccheria, si è detta emozionata per i lavori e le relazioni originali presentati dagli studenti poiché rappresentano bene non solo aspetti teorici e pratici dell' astronomia ma soprattutto l'entusiasmo che vive nei giovani.
Poi il plaudo al Dirigente scolastico Praticò e al professore Vincenzo Malacrinò per l'iniziativa che, sicuramente arricchirà la comunità degli studenti tutti e darà il giusto input a molti di interrogarsi sulla vita e su quanto esiste al di fuori della terra.
"Siete stati veramente eccezionali. Il vostro impegno e la vostra dedizione, così come la gioia di ricercare e costruire rappresentano la migliore sintesi di chi ha la consapevolezza di essere un giovane proiettato verso la strada del futuro. Sognate sempre, perché i sogni sono i motori della vita senza mai dimenticare che omnia vincit amor, ossia l'amore vince tutto ed è il solo capace di costruire bellezza, quella bellezza che, così come scriveva Dostoevskij salverà il mondo". Questo quanto affermato dal professore Vincenzo Malacrinò che ha coordinato il progetto di astronomia.
Per il presidente del Gruppo Astrofili di Reggio Calabria Gaetano De Benedetto che, con gli studenti, assieme ad altri astrofili sta svolgendo un corso di astronomia si è trattato di un evento singolare per l'originalità dello stesso.


Tra l'altro proprio con gli stessi stanno approfondendo diverse tematiche astronomiche attraverso il telescopio presente all'interno dell'Istituto e che, come affermato dal Dirigente Francesco Praticò, rimane aperto non solo per gli alunni ma per la città tutta.
"Una grande soddisfazione, ha detto una mamma. Mio figlio, seduto al tavolo dei relatori mi ha dato una grande emozione. Mi ha fatto "muovere" il cuore più di ogni altra cosa e mi ha fatto sognare. Sognare di vederlo un giorno impegnato nella vita così come io spero. Ringrazio la scuola per queste iniziative formative perché insegnano a loro, piccoli, che possono e devono essere grandi".