Reggio Calabria
 

Insediamento Bombardieri, Siclari (FI): "Affronteremo con lui le storiche carenze nel settore della Giustizia"

«Siamo qui a lavorare in una terra che è stata definita, qualche anno fa da un ministro, una trincea anti 'ndrangheta. Ecco perché la Calabria e Reggio hanno maggiormente bisogno di sentire vicine le istituzioni, per affrontare con continuità e sistematicità il fenomeno della 'ndrangheta».
Il senatore Marco Siclari applaude alle dichiarazioni del neo procuratore Giovanni Bombardieri con la volontà di fare squadra e lavorare insieme al riscatto di questa terra partendo, come ricordato dallo stesso Bombardieri, dalla tutela dei diritti di tutti, Siclari saluta con entusiasmo l'inizio di questa nuova avventura.
«Avrei voluto essere presente all'insediamento del neo procuratore di Reggio Calabria a cui va il mio personale e sincero augurio di buon lavoro. Per impegni istituzionali già fissati sono stato trattenuto in Senato».

Il senatore di Forza Italia, Marco Siclari, esprime grande soddisfazione per l'insediamento, a procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, del magistrato Giovanni Bombardieri, da parte della V commissione del Csm. Siclari ha rimarcato come «la scelta di Bombardieri rappresenti un importante riconoscimento non solo per l'attuale procuratore aggiunto di Catanzaro, ma per la Calabria tutta».
Siclari aveva già espresso la sua volontà, non appena si fosse insediato, di incontrare al più presto il neo Procuratore della Repubblica per discutere insieme della situazione degli uffici giudiziari reggini che, adesso, con la formazione del nuovo Governo, è discutibile e si può fare valere ai tavoli nazionali. Tante le emergenze e i punti nevralgici che verranno discussi con il nuovo procuratore, con la rinnovata convinzione che, per la rinascita di Reggio e la Calabria, è fondamentale la massima collaborazione fra le più alte istituzioni e fra le parti sane del territorio, «realtà da tutelare affinchè possano crescere e travolgere positivamente le negatività rappresentando uno tsunami di legalità, rinnovamento e giustizia. Questa è la strada per arrivare a dare della Calabria un aspetto diverso, quello di una terra rinata e pronta a mostrare le sue meraviglie».
«La presenza di Nicola Gratteri alla guida della Procura di Catanzaro ed ora quella di Bombardieri a Reggio Calabria, unitamente a magistrati di valore come Paci, Dominijanni e Lombardo, confermano, una volta di più, come le eccellenze calabresi e reggine in particolare siano tante ed in grado di affermarsi anche in settori nevralgici come quello della Giustizia. Così come il Prefetto Di Bari e tutte le forze dell'ordine che ogni giorno si spendono per la sicurezza del nostro territorio. Al neo procuratore gli auguri di buon lavoro – ha concluso Siclari – in attesa che li possa fare personalmente, a nome di tutta la comunità reggina e calabrese e del gruppo dei senatori azzurri».