Reggio Calabria
 

“Gambarie 3.0”, il futuro è già in corso di costruzione

Presentata alla comunità aspromontana, e ai numerosi turisti intervenuti,l'evoluzione di Gambarie e del suo comprensorio, quale traino per l'economia turistica aspromontana.

Un progetto ricco e articolato, spiegato nei dettagli dal Sindaco di Santo Stefano in Aspromonte FrancescoMalara,affiancato dai Consiglieri comunali.

La montagna reggina si evolve, si aggiorna, si arricchisce, in un ambizioso progetto ricco di interventi, per la maggior parte già finanziati e con opere già appaltate, che trasformeranno Gambarie in un polo attrattivo all'avanguardia,dalle grandi potenzialitàe punto di riferimento per tutto il meridione. E l'Amministrazione del Sindaco Malara sta puntando molto su Gambarie,predisponendo la strada che la porterà a divenire meta turistica d'eccellenza,soprattutto per i giovani, senza dimenticare il ruolo, importante, giocato dalla cittadina di Mannoli, quale punto di contatto tra storia e modernità, e dallo stesso borgo di Santo Stefano, da valorizzare quale zona residenziale con servizi puntuali ed eccellente viabilità.

Nuove piste da sci, quindi,e poi,sci artificiale, bob artificiale,snowtubing, sci di fondo, campo polivalente, campi di paintball, bike park, bob estivo, pista ciclopedonale, kinder garden, belvedere attrezzato e, fiore all'occhiello del Gambarie park, il parco avventura solidale, unico in tutto il meridione, come spiega il dottor Rosario Previtera, per realizzare il coinvolgimento anche di chi è portatore di diverse abilità e concretizzando,nel contempo,una destagionalizzazione che porterà ad una crescita economica senza limiti stagionali.

"Un grande parco giochi all'aperto - spiega il Sindaco - perché nessuno possa più porsi l'agghiacciantedomanda: Che salgo a farea Gambarie? Mi annoio!",ironizza Malara. Il tutto facendo rete con le realtà limitrofe, con cui costruire percorsi turistici completi e variegati.

Tradizione e innovazione,pertanto,vanno di pari passo,non dimenticando il ruolo importante delle altre comunità che vanno valorizzate, ognuna con le proprie peculiarità, fonti di arricchimento culturale per i turisti.

E per la realizzazione di tutto questo l'Amministrazione lavora sin dal suo insediamentocon l'aiuto della Regione Calabria che ha finanziato la maggior parte delle opere, Ente Parco d'Aspromonte e Città Metropolitana di Reggio Calabria.

Fa una disamina della situazione attuale e pregressa Malara, non tacendo difficoltà ed esponendo,oltre ai progetti,il lavoro intrapreso per la realizzazione degli interventi attraverso, tra gli altri, un accordo con il Parco Nazionale dell'Aspromontee con il supporto dell'Amministrazione della Città Metropolitana di Reggio Calabria che ha in corso un progetto di valorizzazione complessiva di tutta l'area metropolitana.

Una nuova entusiasmante connotazione turistica, dunque, che andrà incontro a tutte le esigenze soddisfandoogni tipo di richiesta turistica con particolare riguardo nei confronti dei giovani che devono tornare a popolare la nostra bella montagna, tesoro naturalistico e paesaggistico di rara bellezza.