Reggio Calabria
 

Villa San Giovanni: l’augurio del sindaco Siclari e del presidente Giustra agli alunni per l’avvio dell’anno scolastico

È con particolare affetto che il Sindaco Giovanni Siclari e il Presidente del Consiglio Antonino Giustra, vogliono augurare, a nome di tutta l'Amministrazione Comunale, un buon anno scolastico a tutti coloro che vivono, quotidianamente, la grande e preziosa avventura dell'educazione e della formazione. Proprio in occasione della prima campanella, l'amministrazione Siclari ha aperto l'anno scolastico portando un saluto ai ragazzi che iniziano il loro percorso formativo. Durante il saluto Siclari e Giustra, rispettivamente nel loro ruolo, insieme all'assessore Sonia Labate, alla consigliera Mariagiovanna Santoro, all'assessore Massimo Morgante, alla consigliera Francesca Porpiglia, al consigliere Giovanni Imbesi e al vicesindaco Mariagrazia Richichi, hanno speso parole importanti per il futuro dei ragazzi e fissato impegni improrogabili da portare a termine, ascoltato e raccolto le istanze del personale docente.

Cogliendo l'occasione del saluto a tutti i bambini e personale scolastico, è stato fatto un sopralluogo in tutte le scuole di competenza comunale dove il sindaco in persona ha voluto constatare lo stato degli edifici nel primo giorno di scuola.

«Il nostro pensiero va a tutti gli studenti, dai più piccoli ai più grandi, alle loro famiglie, ai docenti, al personale esecutivo e amministrativo, ai dirigenti scolastici. L'inizio del nuovo anno scolastico costituisce un'occasione per riflettere sull'importanza del ruolo della scuola nella nostra comunità cittadina. In questa circostanza vogliamo ribadire il nostro personale impegno a sostenere e valorizzare il ruolo della scuola come luogo di incontro, di studio, di relazione, come fondamentale luogo di formazione della coscienza civica dei giovani che saranno i cittadini e i professionisti del futuro. La scuola, è una grande arca, che nel suo viaggio formativo, ha un ruolo importantissimo, strategico, insostituibile, perché deve riuscire a soddisfare la voglia di socializzazione, di apprendimento, di conoscenza, di sperimentazione degli studenti e, allo stesso tempo, stimolare l'aspirazione dei giovani a sognare, a cambiare, a credere in un mondo migliore e più giusto – hanno continuato Siclari e Giustra - L'augurio è in primo luogo per i dirigenti, gli insegnanti e tutto il personale scolastico, perché loro è l'incarico, gravoso ed esaltante, di fornire ai nostri figli l'educazione, la cultura la conoscenza che li faranno crescere nel modo migliore. Un augurio particolare ai genitori e alle famiglie, perché sappiano affiancare la loro presenza e la loro preziosa opera educativa, alle attività scolastiche nel senso più autentico della collaborazione e della partecipazione. Un augurio dal profondo del cuore a tutti voi studenti, affinchè, grazie all'impegno scolastico, possiate scoprire nuove opportunità, nuovi mondi che vi permettano di rivalutare il senso della memoria storica e delle radici, dell'identità e dell'appartenenza, dell'unità e della solidarietà, dell'interesse generale e del bene comune, dei diritti e dei doveri, della partecipazione democratica e della cittadinanza attiva.

Vogliamo concludere i nostri auguri con una frase di un grande educatore, Baden Powell, che sarebbe bello diventasse il vostro slogan per questo nuovo anno scolastico: "Quando guardate, guardate lontano, e anche quando credete di star guardando lontano, guardate ancora più lontano!"».