Reggio Calabria
 

Reggio, Pasquale Imbalzano: “Necessario non abbassare la guardia su proposta di legge regionale per il riutilizzo dei lavoratori ex Multiservizi”

"Esprimiamo forte soddisfazione per la mediazione politica e per il concreto passo in avanti nella risoluzione della vicenda dei lavoratori della ex-Multiservizi, esclusi tanto dagli effetti negativi della disparità di trattamento della legge regionale n.31/2016 quanto dalle procedure concorsuali relative alla costituzione delle società di servizi Càstore e Pollùce, realizzata grazie dall'iniziativa dell'On.le Francesco Cannizzaro che, attraverso la responsabile guida operata nei confronti dei consiglieri regionali d'area, è riuscita a far approvare all'unanimità dalla III^ Commissione del Consiglio Regionale della Calabria la proposta di legge regionale a favore degli stessi lavoratori ex-Multiservizi rimasti esclusi poiché non rientranti nel bacino Lpu-Lsu".

E' quanto afferma Pasquale Imbalzano, Consigliere Comunale di F.I. e sempre attento alle tematiche sul lavoro, nonchè alle questioni relative al destino dei lavoratori provenienti dal bacino ex- Multiservizi per troppo tempo lasciati nell'incertezza di un dignitoso futuro occupazionale.

"Non possiamo che esprimere il nostro compiacimento per una iniziativa politica che abbiamo sempre ritenuto doverosa nei confronti di quei dipendenti che all'indomani dello scioglimento della ex Società mista del Comune di Reggio Calabria e soprattutto successivamente alla disparità di trattamento concretizzate dall'entrata in vigore della legge regionale n.31/2016 hanno vissuto momenti di smarrimento avuto riguardo al proprio futuro lavorativo, anche rispetto alle vicende della procedura selettiva per la costituzione delle società in house del Comune di Reggio Calabria, in riferimento a coloro i quali sono inesorabilmente rimasti esclusi dalla prospettiva del riassorbimento lavorativo".

"La responsabile iniziativa politica tracciata dall'On.le Francesco Cannizzaro non poteva che far sortire effetti positivi in termini di restituzione di dignità e certezza del lavoro a questo cospicuo numero di lavoratori che dal 2013 attende con ansia la prospettiva di un reimpiego, facendo cessare una volta per tutte lo stato di precarietà in cui purtroppo gli stessi continuano a trovarsi", aggiunge Pasquale Imbalzano.

"Siamo convinti che il percorso di salvaguardia occupazionale sia stato definitivamente tracciato, tuttavia, per queste ragioni, necessiterà ancora da parte dei rappresentanti istituzionali di Palazzo Campanella un ulteriore e puntuale impegno affinché la II^ Commissione Bilancio calendarizzi e emani parere favorevole alla proposta di legge (che – ricordiamo - non impone nuovi oneri a carico della finanza regionale) al fine di consentire successivamente alla massima assise del Consiglio Regionale della Calabria una definitiva approvazione in tempi davvero rapidi rispetto a una vicenda che ha fatto soffrire non poco i lavoratori e le loro famiglie", conclude Pasquale Imbalzano