Reggio Calabria
 

Completamento strada a scorrimento veloce San Roberto-Fiumara-Campo Calabro, il 25 ottobre incontro pubblico

Si terrà il 25 ottobre alle ore 16.00, nel territorio del comune di Fiumara, sull'innesto della strada a scorrimento veloce che porta a San Roberto, l'incontro pubblico sul completamento dell'arteria fino a Campo Calabro, e che dovrebbe condurre a Villa San Giovanni, incompiuta ormai da troppo tempo.

La manifestazione, nata sotto la spinta propulsiva delle Amministrazioni Comunali di San Roberto e Fiumara, guidate dai Sindaci Roberto Vizzari e Vincenzo Pensabene, e sostenuta dalle Amministrazioni Comunali di Campo Calabro e Villa San Giovanni, con i primi cittadini Alessandro Repaci e Giovanni Siclari, servirà per ottenere risposte concrete sullo sblocco di un'opera di vitale importanza per l'intero territorio della vallata del Catona.

Uno snodo cruciale che dalla costiera porta verso le aree interne e che interessa decine di migliaia di cittadini, famiglie, imprese. Un'arteria monca di cui risulta essere realizzato ad oggi solo un tratto iniziale da San Roberto a Fiumara.
Trattasi della costruzione di alcuni chilometri per i quali negli anni sono state attivate tutte le istituzioni pubbliche, che hanno sempre ritenuto prioritaria la costruzione di questo tratto di arteria necessaria al superamento di una inaccettabile ed infernale situazione di pericolo, di disagio, di insicurezza, di sottosviluppo.

"Questa manifestazione – ha esordito il Sindaco di San Roberto, Roberto Vizzari – nasce dalla necessità di far sentire la voce dei nostri Comuni e dei nostri cittadini, che pretendono il completamento di questa strada. Solo ad un occhio miope, infatti, potrebbe sfuggire quanto questa possa essere veramente importante per le nostre comunità. Si tratta di evitare lo spopolamento delle aree interne da una parte, e dall'altra di favorire lo sviluppo turistico, economico, sociale di una porzione fondamentale di territorio del panorama reggino dalle potenzialità ancora inespresse".

E ancora: "La statale a scorrimento veloce, una volta portata a compimento, vedrebbe le aree della vallata fondersi in un unico centro sociale e turistico e permetterebbe di collegare in pochi minuti il meraviglioso e cristallino mare calabrese con le prestigiose e preziose montagne dell'Aspromonte. Se davvero si vuole puntare sui borghi, se si vogliono premiare le eccellenze locali, se non si vuole disperdere il patrimonio storico e culturale che questa terra possiede allora è indispensabile fornirla di infrastrutture adeguate, non di incompiute. Tutti quanti insieme ora chiediamo alle nostre istituzioni, locali, regionali e nazionali, che fare? Come superare questa fase di stallo?".

Sviluppo e turismo, ma anche sicurezza, come sottolinea Vincenzo Pensabene, da pochi mesi alla guida dell'Amministrazione Comunale di Fiumara.

"Siamo preoccupati ed allarmati, questa situazione non è più sostenibile. Frane e smottamenti minano quotidianamente l'incolumità pubblica lungo il tratto della vecchia provinciale che i cittadini sono costretti a percorrere per arrivare nei nostri paesi. Una strada in totale abbandono, che manca di qualsiasi intervento di messa in sicurezza. Cumuli di detriti, vere e proprie montagne di fango, soprattutto con l'approssimarsi della stagione invernale, mettono a rischio le nostre famiglie e i nostri figli lungo curvoni e strettoie non degne di un Paese moderno e all'avanguardia come quello che dovrebbe essere l'Italia, e che allungano, inesorabilmente i tempi di collegamento con il cuore della città metropolitana".

In questi mesi, per questo, è stata altresì lanciata una petizione popolare sottoscritta da migliaia di persone che hanno accolto con favore la proposta delle Amministrazioni Comunali relativa al completamento della strada a scorrimento veloce.
In questi giorni, inoltre, in vista dell'incontro che si terrà la prossima settimana, i Comuni promotori dell'iniziativa hanno informato e contattato il Ministro per le Infrastrutture, Danilo Toninelli, la sua struttura ministeriale; i parlamentari reggini: il Presidente della Giunta Regionale, Mario Oliverio; il Presidente del Consiglio Regionale, Nicola Irto; il Sindaco della città metropolitana, Giuseppe Falcomatà; i consiglieri regionali reggini e il responsabile del Coordinamento Regionale Anas, Giuseppe Ferrara e tutti i sindaci dell'Area dello Stretto chiedendo a tutti un interessamento urgente per "spingere" alla concreta realizzazione di questa arteria e invitandoli a partecipare alla tavola rotonda.

A Toninelli, in una lettera aperta inviata da Vizzari e Pensabene, è stato chiesto "di adoperarsi, dall'alto della sua carica istituzionale, governativa e parlamentare per rimuovere qualunque lungaggine od ostacolo burocratico, in modo da vedere al più presto realizzarsi un'opera agognata ormai da troppi decenni, per dare finalmente un forte segnale di attenzione ai bisogni dei cittadini".

L'appuntamento è, quindi, fissato per giovedì prossimo alle ore 16.00 per una iniziativa imperdibile e che vedrà, sicuramente, una grande partecipazione popolare.