Reggio Calabria
 

Aspromonte sito Global Geoparks Unesco, grande attesa per l'esito

"C'e' stata una mia intuizione ma che e' stata inglobata nel pensiero di tutti, negli uomini e nelle donne del Parco nazionale d'Aspromonte che l'hanno formata e compiuta e resa scientificamente valida. Se il riconoscimento arrivera', sara' per due motivi: d'ordine scientifico tecnico grazie al dossier che ha visto coinvolte tutte le professionalita' del Parco, il secondo e' l'incontro tra la commissione internazionale e la comunita' del Parco. Hanno visto che in Aspromonte qualcosa sta cambiando o forse e' gia' cambiato". Cosi' all'agenzia Dire Giuseppe Bombino, a margine dell'incontro con le associazioni culturali e ambientaliste reggine che oggi l'hanno premiato a conclusione del suo mandato alla guida del Parco nazionale d'Aspromonte, sull'atteso inserimento da parte dell'Unesco tra i siti Global geoparks. "La comunita' ha partecipato a tutte le attivita' collaterali alla formulazione del Global geoparks Unesco - ha aggiunto Bombino - e questo i commissari l'hanno potuto costatare personalmente. Questa idea, questo sogno va inteso come progetto di internazionalizzazione dell'Aspromonte, che in passato aveva una suggestione negativa. Adesso vogliamo convertire questo racconto e portarlo da un'altra parte, senza negazionismi, l'Aspromonte e' anche altro e questa candidatura mette in mostra una parte della montagna che e' stata sacrificata e che adesso va recuperato in un processo di resurrezione". "Il risultato arrivera' - ha concluso Bombino - forse con qualche piccola prescrizione, che sta nella rapidita' con cui tutto e' avvenuto, ma siamo pronti".