Reggio Calabria
 

Reggio, rubati mezzi della società “Castore”. I capigruppo di maggioranza: “Atto vile”

"Accanto al sindaco Giuseppe Falcomatà sentiamo di manifestare la nostra corale ed unitaria condanna rispetto alla viltà e alla vigliaccheria di chi pensa di poter arrestare un processo di risanamento e di crescita dal quale non si torna indietro. Riacquisteremo i mezzi, resisteremo e continueremo a costruire seguendo il nostro unico e costante indirizzo espresso in questi anni quale classe dirigente di questo comune". Lo affermano, in una nota, i capogruppo di maggioranza in Consiglio comunale di Reggio Calabria, in merito ai mezzi rubati alla società in house Castore.

"Sottrarre mezzi nuovi e operanti sulle manutenzioni alla neonata pubblica società di servizi è un doppio attentato: alla società, ai lavoratori che hanno iniziato ad operare alla fine dello scorso anno, ma anche all'amministrazione comunale che tanto si è spesa in questi anni per ricostruire il sistema delle manutenzioni comunali, dopo il nefasto epilogo della ex Multiservizi, portando avanti e rendendo operativo il procedimento di costituzione di Castore, ma soprattutto è il continuo schiaffo di chi vuole e pensa la nostra città sempre in ginocchio, piegata e ricurva in se stessa. E' uno sgambetto – si legge ancora nella nota - ai cittadini onesti e laboriosi e alle forze buone che si prodigano per la continua crescita. Ma è anche un nulla rispetto a un processo inarrestabile che sta travolgendo vecchie logiche e atavici processi. Non c'è più posto nella nostra città, per interessi oscuri e dinamiche che si alimentano sul bisogno, a danno dell'efficienza dei servizi per il cittadino. Il nostro sdegno è chiaro, avvertiamo il sentimento di condanna della città che vuole continuare a crescere, ma con noi desideriamo e auspichiamo che tutte le forze dell'opinione pubblica comprese tutte le forze politiche sane affermino il proprio grido di scandalo con pari forza rispetto a questi fatti. Sdegno e condanna ferma e unanime per rafforzare la voce dei cittadini onesti per la crescita della città. E' questo il nostro appello."