Reggio Calabria
 

Falcomatà: “Fa sorridere che a chiedere ispezione sia chi ha causato lo scioglimento del Comune di Reggio Calabria”

Falcomata 8  febbraio"Fa sorridere che, coloro che hanno determinato l'arrivo degli ispettori del Mef e della commissione che ha prodotto lo scioglimento del Comune per mafia, oggi facciano appello ai loro parlamentari per ottenere un'ispezione ministeriale e verificare la trasparenza al Comune di Reggio Calabria". Cosi' all'agenzia Dire il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomata', commenta la richiesta dei gruppi consiliari di opposizione di far arrivare gli ispettori del Mef in Comune. "Queste persone - aggiunge, intervenendo a margine di un'iniziativa in una scuola di Caivano (Napoli) - dimenticano anche che il Comune che abbiamo ereditato e' in predissesto, ha ereditato 241 milioni di debiti e affronta il piano di riequilibrio".

Poi un passaggio sul regionalismo differenziato: "Il pericolo che l'autonomia richiesta da Veneto, Lombardia e Emilia Romagna possa sfavorire il Mezzogiorno "e' reale. E' evidente che un regionalismo differenziato cosi', sic et simpliciter, non giova alle Regioni e alle Citta' del Sud perche' partono da un gap di differenza sostanziale. Gioverebbe, invece, a quelle regioni che evidentemente sono piu' avanti rispetto a quelle del Mezzogiorno".

Falcomata' dice di non essere "aprioristicamente contrario a una maggiore autonomia per le Regioni" ma chiede di "costruire un percorso diverso. Oggi, cosi' come e', peggiorerebbe una situazione che gia' ci vede differenti e distaccati anche in termini di qualita' della vita tra Regioni e citta' di Nord e Sud". Il primo cittadino di Reggio Calabria propone, quindi, di "mettere tutti nelle stesse condizioni, ripartire tutti da zero, alla pari, e poi lanciare una sfida, una competizione positiva fra citta' rispetto a chi e' piu' bravo a valutare, rivalutare e promuovere peculiarita', eccellenze e unicita' in chiave di sviluppo economico e sociale".