Reggio Calabria
 

Reggio, il Cis ricorda Don Santoro

Il Cis ricorda Don Santoro e si affida alla guida spirituale di Don Antonio Cannizzaro
Nella notte tra il 18 e il 19 marzo 2018 ritornava alla casa del Padre don Antonio Santoro. Martedì 19 marzo 2019, alle ore 18:00, nella chiesa di San Giorgio al Corso sarà celebrata la Santa Messa a un anno dalla Sua dipartita. Ordinato sacerdote il 26 marzo 1966 (52 anni di sacerdozio). Don Santoro ha retto diverse chiese della nostra città prima di essere trasferito a S. Giorgio al Corso. Coniugando fede e cultura, ha aperto le porte dei locali parrocchiali a diverse associazioni culturali della nostra città.

Il Centro Internazionale Scrittori della Calabria (CIS) e soci ricordano l'accoglienza e il sorriso di Don Nuccio, in 20 anni di collaborazione con la parrocchia di San Giorgio al Corso, Tempio della Vittoria, di cui don Antonio Santoro è stato la guida morale e culturale, svolgendo una seria di incontri ed eventi che hanno segnato una parte della storia della nostra città. Nella meravigliosa "Lettera agli artisti" del 1999, Papa Giovanni Paolo II scriveva: «L'artista, quanto più è consapevole del suo "dono", tanto più è spinto a guardare a se stesso e all'intero creato con occhi capaci di contemplare e ringraziare, elevando a Dio il suo inno di lode. Solo così egli può comprendere a fondo se stesso, la propria vocazione e la propria missione». Nell'espletare le iniziative culturali, sociali e religiose, in sinergia con la Parrocchia S. Giorgio al Corso, Chiesa degli artisti, il CIS della Calabria si impegna a proseguire tali iniziative sotto la guida di Don Antonio Cannizzaro, nuovo parroco di San Giorgio al Corso, Tempio della Vittori, Chiesa degli artisti, che nel corso di quest'ultimo anno ha dato vita ad un nuovo percorso, sostenendo numerose e interessanti iniziative di cui la parrocchia di S. Giorgio è stata attenta promotrice.