Vibo Valentia
 

La Provincia di Vibo Valentia ha riavviato i lavori di ammodernamento e potenziamento della strada provinciale numero 95 che da Pizzo percorre la costa fino a Tropea

La Provincia di Vibo Valentia ha riavviato i lavori di ammodernamento e potenziamento della strada provinciale numero 95 (ex strada statale 522) che dal bivio sito in località Angitola, nei pressi di Pizzo, percorre la costa fino a Tropea.

I lavori sono ripresi dopo un'interruzione durata circa tre anni, causata dai restrittivi vincoli previsti dal Patto di stabilità che la Provincia di Vibo ha dovuto rispettare.

Gli interventi sono stati finanziati dalla legge 296 del 2006, inerente l'ammodernamento e il potenziamento della viabilità secondaria delle regioni Calabria e Sicilia. L'importo complessivo stanziato ammonta a 1 milione e 500 mila euro.

Le opere previste nel progetto verranno eseguite dalla "Sigmatau Srl", impresa che si è aggiudicata i lavori. Nello specifico si provvederà ad effettuare: i movimenti di materie e la realizzazione di cassonetti; la scarifica di pavimentazione stradale e la stesa di asfalto composto da strato di collegamento (binder) e manto di usura (tappetino); la demolizione di opere in calcestruzzo; opere d'arte e condotte per la raccolta delle acque meteoriche; l'ammodernamento di intersezioni stradali, attraverso la realizzazione di rotatorie; la posa di barriere metalliche; il rifacimento del manto stradale e la realizzazione della segnaletica orizzontale e verticale.

Gli obiettivi primari che si intendono perseguire, anche in considerazione dell'accordo quadro stilato a riguardo tra il Governo e la Regione Calabria, sono l'eliminazione delle condizioni di pericolo della rete viaria secondaria, la sua messa in sicurezza e il miglioramento delle condizioni di accessibilità alle aree produttive insite nella zona.

«La strada provinciale 95 ha un'importanza strategica per il Vibonese - ha affermato il presidente della Provincia di Vibo Valentia, Andrea Niglia - in quanto si estende lungo quasi tutta la cosiddetta "Costa degli Dei", meta vacanziera, ogni estate, di migliaia di turisti. La ripresa dei lavori - che siamo riusciti a sbloccare dopo una serie di incontri presso il ministero delle Infrastrutture, ha aggiunto Niglia - è un'azione amministrativa significativa che segna positivamente le dinamiche di ripresa inerenti la viabilità e il turismo del nostro territorio». L'arteria stradale ha una lunghezza complessiva di 34 kilometri ed attraversa i comuni di: Pizzo, Vibo Valentia, Briatico, Zambrone, Parghelia e Tropea. Nel contempo, pur senza attraversarli, rappresenta la principale via di comunicazione per giungere ai centri collinari di: Cessaniti, Zungri, Drapia e Ricadi.