Vibo Valentia
 

[FOTOGALLERY[ L'arresto di Antonio Pontoriero, l'uomo che ha ucciso Soumaila Sacko

arresto pontorieroNon avrebbe tollerato che nell'area dell'ex fornace di San Calogero (Vv) qualcuno potesse prelevare delle lamiere.

Questo il movente dell'omicidio di Soumaila Sacko, 30 anni, migrante del Mali con regolare permesso di soggiorno ucciso con una fucilata il 2 giugno, costato oggi l'arresto con l'accusa di omicidio e detenzione illegale di arma da fuoco, ad Antonio Pontoriero, 43 anni, di San Calogero, che si trova rinchiuso nel carcere di Vibo Valentia.

Il 5 maggio scorso, una telefonata ai carabinieri aveva segnalato il prelevamento di lamiere dall'ex fornace di San Calogero. Sul posto, i militari avevano trovato Antonio Pontoriero, proprietario di un terreno posto accanto all'ex fornace, sotto sequestro dal 2011 per l'interramento di rifiuti pericolosi. Da qui l'immediato collegamento il 2 giugno all'atto del fatto di sangue.

Le foto dell'arresto.