Vibo Valentia
 

Fp-Cgil, questa mattina assemblea dei Vigili del Fuoco di Vibo Valentia

Si è svolta questa mattina, presso la sala conferenze del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Vibo Valentia, l'assemblea sindacale organizzata dalla FP-Cgil Vigili del Fuoco, per discutere insieme ai lavoratori della situazione politica- sindacale, della carenza di personale presso il comando del capoluogo, il rinnovo del contratto e nuove assunzioni. All'assemblea, che è stata anche l'occasione per annunciare il nuovo coordinatore provinciale Fp-Cgil VVF di Vibo, Salvatore Cefalà, a cui ha passato il testimone l'uscente Antonio Gaglioti, erano presenti anche Giuseppe Cilone, coordinatore regionale Fp-Cgil VVF Calabria, Luigi Denardo, segretario generale della Camera del Lavoro di Vibo Valentia, e Mauro Giulianella, coordinatore nazionale Fp-Cgil VVF. Oltre ad una grande presenza di vigili del fuoco, anche discontinui, hanno dato un proprio contributo alla discussione anche il sindaco di Ricadi, Giulia Russo, il consigliere regionale Michele Mirabello e una delegazione del Meet-up cinquestelle cittadino, su una questione ormai fondamentale quanto importante: apertura del distaccamento permanente di Ricadi, quale presidio di sicurezza per una ampia zona del territorio vibonese. La discussione dell'assemblea, poi, non ha mancato di affrontare temi di carattere generale come ad esempio il rinnovo del CCNL, salute e sicurezza sul posto di lavoro, l'avvio della previdenza complementare, le risorse economiche aggiuntive per assunzioni e adeguamento salariale. Su questi punti, infatti, si è particolarmente incentrato l'intervento conclusivo del coordinatore nazionale Mauro Giulianella il quale ha sottolineato gli interventi prioritari per garantire la piena operatività dei Vigili del fuoco e un'adeguata sicurezza del territorio, recuperando anni di mancato recupero del turnover e gli effetti del depauperamento di mezzi e risorse con cui hanno dovuto fare i conti anche le sedi della nostra regione. Per il coordinatore nazionale Mauro Giulianella, «le 1.500 assunzioni annunciate dal ministro dell'Interno Matteo Salvini, che ci aspettiamo vengano effettuate entro il 2018, rappresentano solo il primo passo per portare la dotazione organica del Corpo dalle attuali 32.700 unità alle 40.000 necessarie a livello nazionale». Tra le altre misure sollecitate dalla Fp-Cgil VVF, anche l'innalzamento degli stipendi, in particolare per vigili, capisquadra e capireparto, per portare progressivamente il salario mensile d'ingresso dagli attuali 1.400 euro a un valore di 1.800, corrispondente alla media europea, un incremento dei fondi destinati al rinnovo dei mezzi, superiore ai 10 milioni già previsti, e una politica di assunzioni che punti anche al ringiovanimento del personale operativo, che attualmente ha un'età media di 47 anni.