Vibo Valentia
 

Edilizia Scolastica: il presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano, si è confrontato con i presidi

«D'ora in poi, sarò fattivamente al vostro fianco: verrò io da voi. A rendermi conto personalmente delle problematiche presenti in ogni singolo istituto. Per dialogare con gli studenti, i docenti e il personale scolastico e vivere in prima persona ogni eventuale disagio».
È un cambio di passo deciso quello che il presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano, intende attuare nell'affrontare le problematiche che investono il mondo della scuola vibonese.
Un'inversione di rotta, rispetto al passato, apprezzata dai dirigenti scolastici che, dopo anni, si sono ritrovati nella sala di presidenza della Provincia per confrontarsi e discutere, «con un approccio costruttivo», dei problemi che nella loro azione dirigenziale quotidiana, si trovano ad affrontare.
Da qui l'idea di Solano di «rendere itinerante questo appuntamento di incontro e di confronto istituzionale e dargli una cadenza mensile». Il prossimo appuntamento fra tutti i presidi è stato già fissato per la fine di Marzo, nella sede dell'istituto Alberghiero di Vibo Valentia.

Le problematiche affrontate
Tra le problematiche sollevate dai dirigenti scolastici quella attinente alla manutenzione quotidiana delle scuole. In particolare, sono stati segnalati quei piccoli problemi di natura manutentiva che richiedono, però, «interventi tempestivi e risolutivi per evitare danni strutturali significativi».
Nel corso della riunione, sono state quindi evidenziate le maggiori problematiche di ogni singolo istituto. Sono stati elencati i lavori in via di espletamento, in fase d'esecuzione o in programma. Naturalmente, ci si è particolarmente soffermati sull'aspetto attinente alla sicurezza degli istituti e ai relativi interventi da effettuare.
Su quest'ultimi interventi, avente carattere strutturale, la Provincia di Vibo Valentia, tenuto conto delle esigue disponibilità economiche a disposizione, si è impegnata a fare fronte alle emergenze. Emergenze che verranno, comunque, individuate insieme a tutti i dirigenti scolastici.
Dirigenti che «per aspetti di natura tecnica» potranno, tra l'altro, avvalersi dell'ausilio professionale dei componenti del settore Edilizia Scolastica dell'Ente, diretto dall'architetto, Carolina Bellantoni, presente all'incontro assieme ai geometri: Ottaviano Demasi, Tonino Lascala e Matteo Mesiano.
«Per rendere più sicure ed efficienti le nostre scuole, occorrono più fondi di quelli che attualmente disponiamo - ha sottolineato il presidente Solano -. Pertanto sarà opportuna un'azione sinergica con tutti i dirigenti scolastici ai tavoli regionali e nazionali. È necessaria una collaborazione che ci dia maggiore forza istituzionale e che punti all'elargizione di adeguati finanziamenti da parte della Regione Calabria e del Governo nazionale. L'obbiettivo comune - ha, infine, asserito Solano - dovrà essere quello di rendere più sicuri, moderni e al passo coi tempi tutti i nostri istituti scolastici».